Perché la COP26 è importante per i mercati?

“Perché la COP26 è importante per i mercati” è una buona domanda. Ho scritto quell’articolo la scorsa settimana per iniziare una discussione sul tema del riscaldamento globale e sui nostri sforzi per ridurre le emissioni. L’argomento è caldo in questo momento, con gli Stati Uniti che stanno attraversando alcuni eventi meteorologici piuttosto estremi, come la recente siccità in California e in alcune parti del Midwest, con un caldo record in estate. Ma la questione va molto più in profondità. I leader aziendali sono preoccupati, così come i leader di governo, perché riguarda tutti noi.
Come ha sottolineato il mio articolo, il riscaldamento globale è uno dei maggiori problemi ambientali del nostro tempo. Alcuni dicono che stiamo già affrontando il secondo decennio senza un “miracolo di crescita”, ma cosa significa? Significa che stiamo esaurendo le risorse. Risorse come petrolio, gas naturale, carbone, legname e acqua. In effetti, queste risorse stanno diventando scarse a un ritmo allarmante. E molti dicono che se non agiamo, potrebbero esaurirsi entro la metà del secolo.
Ciò significa che entro la fine di questo decennio, la fornitura mondiale di alcuni di questi elementi essenziali potrebbe esaurirsi. Gli Stati Uniti ne risentiranno? Una possibilità è un potenziale aumento del livello di anidride carbonica nell’atmosfera terrestre, che potrebbe provocare uno spostamento del clima terrestre. Un’altra possibilità è la rapida perdita di alcune delle barriere coralline del mondo, che potrebbe portare all’innalzamento del livello del mare.
Tutto sommato, il potenziale danno alle risorse idriche, all’approvvigionamento alimentare, alle foreste, ecc. del mondo equivarrebbe al danno causato da un uragano o un tornado moderatamente gravi. C’è anche la possibilità di un collasso economico mondiale. Quanto è probabile? Bene, mettiamola in questo modo: se scommetti contro le probabilità, sei sicuro di uscire in vantaggio.
Molte persone sottovalutano l’importanza del riscaldamento globale, ma credo che ci siano molte ragioni per allarmarsi. Recenti studi hanno dimostrato che gli esseri umani sono le uniche creature sul pianeta che possono causare l’accumulo nell’atmosfera dei gas serra che stanno riscaldando il loro pianeta. Le altre creature che possono aiutare a causare questo problema includono piante e insetti che producono metano. Quindi, anche se riusciamo in qualche modo a salvare gli ecosistemi della Terra, cosa fa questo per il resto di noi?
Quando agiamo in modo responsabile e attento in risposta al riscaldamento globale, possiamo ancora preservare molti dei preziosi habitat e risorse naturali. Non sarà facile. In effetti, sarà enormemente difficile. Ma creerà anche grande ricchezza e opportunità per tutti. Ciò significa che sarà una situazione molto vantaggiosa per tutti.
E tu sai cosa? Questa è la conclusione: “Perché la COP26 è importante?” Prima agiamo, meglio staremo a lungo termine. Se non agiamo, il peggio potrebbe accadere con la prossima generazione di esseri umani sul pianeta.
Quello che sta realmente accadendo è che ci sono due forze al lavoro qui. Uno è il graduale aumento delle emissioni di gas serra dovuto all’industrializzazione dei paesi in via di sviluppo. Il secondo è il continuo aumento del prezzo del petrolio, che continuerà anche a salire. L’effetto combinato di queste due forze sta causando un ciclo di feedback che accelererà il tasso di cambiamento climatico. Si chiama feedback positivo nella comunità scientifica. Ciò significa che più facciamo qualcosa per il cambiamento climatico, più rapidi e forti saranno gli impatti.
In altre parole, più scarichiamo anidride carbonica nell’atmosfera, più velocemente aumenterà. Ci sono molti inquinanti nell’aria oggi, dai pesticidi agli scarichi delle automobili. Ce n’è anche uno là fuori che è stato chiamato anidride carbonica. Quindi, la domanda è: “Perché la COP26 è importante?” Perché è così importante mantenere l’aumento della temperatura globale al di sotto dei 2 gradi Celsius?
Uno dei motivi è che la temperatura globale media sta aumentando molto rapidamente. Perché la Terra riacquisti una temperatura stabile, servirebbe molta anidride carbonica per riportarla ai livelli preindustriali. Se raddoppiamo o triplichiamo la quantità di anidride carbonica che immettiamo nell’aria, l’equilibrio non sarà mai raggiunto.
Dobbiamo limitare la crescita di questo gas serra, perché è uno dei maggiori responsabili del cambiamento climatico. La seconda ragione è che continuerà a peggiorare. L’aumento della temperatura peggiorerà perché bruciamo più carbone e altre risorse non rinnovabili per produrre elettricità. Ciò significa che dovremo ricorrere a forme di energia più efficienti e meno dannose. Se non lo facciamo, potremmo finire con costi incontrollati, carenze e forse guerre mondiali. Il riscaldamento globale è reale e sta già accadendo.