Il dollaro australiano langue prima di RBA e Fed questa settimana. Dove si va per A

In Australia, il dollaro australiano ha litigato per ottenere guadagni contro il biglietto verde, poiché il dollaro USA continua a strappare il mercato. La domanda è: la Reserve Bank of Australia (RBA) farà abbastanza per sollevare la coppia AUD/USD? Esamineremo gli ultimi commenti di mercato dall’Australia e dal mondo. Diamo un’occhiata alle prospettive per l’AUD questa settimana.

Nonostante il dollaro USA forte, il dollaro australiano è rimasto relativamente stabile rispetto alla maggior parte delle principali valute. Ciò è significativamente dovuto alla mossa aggressiva della Federal Reserve questa settimana. La Fed ha telegrafato molti altri aumenti dei tassi di 50 punti base questa settimana, nonostante i recenti dati sull’inflazione. La Fed ha anche respinto l’argomento dell’inflazione spinta dai costi come temporanea e non rilevante nelle condizioni attuali.

La RBA e la Federal Reserve si incontrano entrambe questa settimana e, sebbene la RBA possa essere aggressiva e aumentare l’AUD per un po’, è probabile che il mercato si concentri sulla direzione del dollaro USA. Supponendo che la RBA si attenga alla sua attuale impostazione politica, l’AUD dovrebbe continuare a salire verso il limite inferiore della gamma 68-73 centesimi di dollaro USA.

Mentre l’economia australiana è rimbalzata fortemente dall’Omicron Wave, è improbabile che la banca centrale si unisca alla raffica di banche centrali che hanno alzato i tassi a marzo. È più probabile che la RBA rimanga allentata rispetto alle sue controparti transpacifiche e attenda un forte rapporto CPI del primo trimestre per vedere se l’inflazione rimane all’interno del suo range target.

Mentre l’economia neozelandese ha avuto un rilascio misto la scorsa settimana, la variazione dell’occupazione Q/Q e il tasso di disoccupazione hanno entrambi soddisfatto le aspettative. Il dollaro neozelandese è stato poco cambiato alla fine di New York a 0,6433, anche se il dollaro australiano è stato il discorso della città ieri dopo l’annuncio dell’aumento del tasso della RBA. È balzato a un massimo di 0,7148 durante la notte, quindi è scivolato fino a un minimo di 0,7030. Si stabilì quindi a 0,7095 a New York.

Con la crescita dell’economia, il dollaro australiano continuerà probabilmente a essere trainato dai prezzi delle materie prime. Quando i mercati crescono in fiducia, il dollaro australiano si apprezza. spero, quando cadranno, il dollaro si deprezzerà. Gli investitori stanno speculando sul movimento futuro della valuta e mirano a incassare la tendenza attuale. Durante un’economia globale in ripresa, il tasso di cambio seguirà l’esempio.