Il prezzo del greggio è crollato al minimo di 17 anni come Rec globale

Il dollaro USA e le materie prime sono la stessa cosa, il prezzo del greggio è stato ridotto a un minimo di 17 anni. Questo è indicativo dell’economia mondiale o sono temuti i timori di una depressione?

La storia indicherà che l’economia del crash del 2020 non è tutto ciò che è stato spezzato per essere. L’economia ha funzionato bene per circa sei mesi fino al collasso del sistema bancario globale. Il risultato fu una recessione in Nord America, Europa e Asia che durò fino alla fine del 2020.

Da allora, il mercato del greggio è sopravvissuto a un’altra recessione sotto forma di aumento dei prezzi. Quello che stiamo vedendo ora è la continuazione della tendenza al ribasso dopo un recente rimbalzo che ha portato ai migliori prezzi del greggio in otto anni. Naturalmente, non vi è alcuna garanzia che questo calo continui e anche se lo fa, il prezzo potrebbe scendere di nuovo e solo dopo ciò possiamo dirlo.

Di recente, due anni fa, i prezzi in valuta e al consumo erano entrambi ai massimi storici. Mentre il mondo continua a soffrire della recessione dell’economia globale, il dollaro continuerà a salire. Ciò significa che beni e servizi costeranno di più e questo è esattamente ciò che accade quando il dollaro si rafforza.

Quando il dollaro si indebolisce contro altre valute, si verifica l’inflazione. Questa è una situazione in cui i prezzi continuano a salire senza fine in vista. L’inflazione è un problema negli Stati Uniti a causa di un deficit commerciale che si è verificato dall’ultima recessione iniziata e quando questo deficit aumenta il dollaro si rafforza e quindi aumenta la pressione inflazionistica.

Secondo John Williams, capo economista delle agenzie statistiche del governo ombra, il dollaro è stato costantemente attaccato negli Stati Uniti negli ultimi anni e questo sta causando una domanda temporanea e non definitiva per il dollaro. Ciò significa che quando il dollaro si indebolisce, il dollaro si rafforza. Questo ha senso, vero?

Per farla breve, la pressione inflazionistica continuerà a crescere e man mano che gli indicatori economici rimangono stagnanti, i prezzi al consumo continueranno a salire. Prima o poi, quando il dollaro USA si indebolirà, la pressione inflazionistica si allontanerà dal dollaro e questo ha senso, no?

Se il dollaro USA si indebolisce a causa del dollaro debole, allora il dollaro si rafforzerà e così anche i prezzi delle materie prime come il greggio. Il dollaro debole farà sì che il prezzo del greggio diventi più economico e ciò potrebbe causare un calo dei prezzi che impedirà gli attuali problemi del mercato.

Con il dollaro debole che ha danneggiato i prezzi al consumo, il petrolio e le altre materie prime continueranno a salire a tal punto che i prezzi dell’acciaio potrebbero effettivamente iniziare a scendere. Ora, sappiamo tutti che i prezzi del petrolio sono aumentati e quelli che ne beneficiano sono quelli che acquistano acciaio o altre materie prime. Non tutti beneficiano dell’aumento del prezzo del greggio.

Coloro che stanno beneficiando sono quelli che possiedono le raffinerie di petrolio o le compagnie petrolifere. Raccoglieranno i benefici di un prezzo del petrolio più basso, mentre le persone che soffrono di prezzi del carburante più alti continueranno a pagare per loro.

I grandi proprietari di raffinerie ne trarranno vantaggio perché non producono abbastanza carburante per tutti. Ma per le piccole imprese che hanno la capacità di produrre la quantità necessaria di carburante per soddisfare le esigenze dei loro clienti, soffriranno e soffriranno quelli che hanno difficoltà a guadagnarsi da vivere.

L’indice dei prezzi al consumo (CPI) utilizzato per tracciare e calcolare tutti i prezzi al consumo continuerà a salire, poiché i prezzi sono aumentati sia per la benzina che per le altre materie prime. Tutte queste cose si sommano e le pressioni inflazionistiche continueranno ad aumentare. Con il dollaro debole, i prezzi al consumo dovrebbero continuare a salire e anche le pressioni deflazionistiche continueranno a crescere.