I Prezzi dell’Oro Aumentano Sulle Tensioni Tra Stati Uniti e Cina Nonostante le Forti Speranze di Vaccino

I prezzi dell’oro sono saliti nelle ultime settimane sulla notizia dei tassi di cambio più stretti tra Stati Uniti e Cina. L’aumento delle importazioni cinesi dall’oro sta aumentando la domanda di metalli preziosi, quindi non sorprende che le scorte di oro, come quelle di tutti gli altri, stiano aumentando.

L’oro potrebbe effettivamente essere un investimento ragionevole, ma forse non quando gli investitori vedranno sottovalutati i benefici di queste pressioni. Piuttosto che l’aumento dei prezzi dell’oro è un utile indicatore di problemi economici, le azioni del mercato cinese sono perfettamente logiche.

Abbiamo visto tutti i discorsi sulla “volatilità dei mercati finanziari” nell’ultima settimana. “Volatilità” è una parola da usare quando gli investitori osservano la volubilità dei prezzi delle azioni, dei prezzi delle materie prime e delle valute. Gli investitori sono preoccupati se la Cina è abbastanza forte da salvare il dollaro USA.

Il Giappone, che ora sta intervenendo per attutire i peggiori effetti di una svalutazione degli Stati Uniti ancora maggiore, sta “gelificando” la propria valuta per combattere ulteriori cali. Tutto ciò sta accadendo nel mezzo di affermazioni secondo cui la Cina si sta preparando a “nuke” il Giappone e gli impedisce di ottenere il credito necessario per consentirgli di ricostruirsi.

Alla fine della giornata, il Giappone, non la Cina, è il principale beneficiario dell’aumento della domanda globale per il dollaro USA. Il coinvolgimento del Giappone nell’economia mondiale lo rende il motore di cui gli investitori statunitensi hanno bisogno per fornire loro una fonte di denaro stabile e affidabile. Il Giappone sta dimostrando che le guerre valutarie non riguardano chi ha più oro, ma chi ha più fiducia nel dollaro.

Anche prima di avere una chiara comprensione di ciò che sta succedendo con l’aumento delle valute e dei valori delle valute, gli Stati Uniti si sono già adeguati. Il risultato finale, ovviamente, è una grande svalutazione dei prezzi dell’oro.

L’oro è un bene tangibile che aiuta a proteggere la propria ricchezza. È usato come garanzia nei rapporti finanziari internazionali. Nella situazione attuale, in cui non tutto è enorme, alcuni investitori internazionali potrebbero considerare saggio detenere un po ‘più del proprio oro.

Alcuni lo hanno già fatto, acquistando beni che in precedenza non erano considerati disponibili per l’investimento. Man mano che i mercati finanziari diventano più volatili, sarà interessante vedere cosa accadrà alle partecipazioni di questi investitori.

I prezzi dell’oro sono aumentati perché, come ogni altra cosa, i prezzi dell’oro aumentano e diminuiscono come dovrebbero. Se gli investitori contano sul dollaro USA come valuta di riserva mondiale, c’è sempre il pericolo che si trovino sotto-finanziati.

Questo è uno scenario a breve termine, però. Dopo aver visto le conseguenze inflazionistiche di un dollaro USA più debole e di uno yen più forte, forse questo potrebbe essere il caso e potremmo vedere di nuovo prezzi dell’oro molto bassi.

La chiave è prepararsi a lungo termine, quando la situazione è incerta e non c’è modo di prevedere dove andranno le cose. La debolezza del dollaro USA potrebbe causarne la caduta o l’indebolimento dello yen potrebbe causare un aumento.

In entrambi i casi, gli acquirenti si trovano in una vasta gamma di luoghi. Se pensi che un dollaro o uno yen sia in una bolla, è possibile che i tuoi investimenti in oro non andranno così bene. L’oro è il migliore amico di un gestore di fondi in questi tempi incerti.