Dollaro USA e Yen Surge Come Cratere Azionario. Azioni APAC, AUD da Seguire?

Mentre i mercati azionari americani continuano a sgretolarsi (e la debolezza sembra essere più ampia che mai), lo yen e il dollaro USA stanno aumentando come sempre. Il Giappone Nikkei è salito a un livello record, anche se sembra che il dollaro USA e lo yen possano cadere in risposta. Si prega di considerare attentamente questo:

“Le azioni giapponesi sono crollate più del previsto, con il Nikkei 225 che ha toccato un livello record, mentre gli investitori sono fuggiti dopo che gli analisti di Wall Street hanno espresso preoccupazione per la salute delle economie americana ed europea. Anche le prime 10 azioni del Giappone sono diminuite, cancellando i guadagni delle due precedenti giorni “.

“Le flessioni sono state così gravi che l’indice di Nikkei è ora al di sotto del livello più alto visto durante la bolla delle dot-com, un’epoca in cui la maggior parte dei principali paesi era in qualche forma di ripresa economica. Per quanto riguarda lo JPY, che è stato uno dei più caldi- vendendo investimenti giapponesi, si è indebolito, ma non è crollato “.

“Ma mentre le cadute sono state rapide, ci sono altri fattori che lavorano contro i titoli giapponesi. La forza del dollaro e la debole domanda della propria valuta hanno costretto il Giappone a frenare parte del suo stimolo aggressivo e vendere obbligazioni a lungo termine in passato mesi, portando a uno spostamento ancora maggiore verso il dollaro come valuta principale per il commercio “.

“Il Giappone sta inoltre combattendo una profonda recessione mentre la deflazione globale prende piede, costringendo la banca centrale a inasprire la politica monetaria e invertire la rotta sulle promesse di lunga data per resistere all’inflazione”.

“L’economia giapponese sta continuando a rallentare, e recentemente ha annunciato che le misure di austerità potrebbero danneggiare le sue esportazioni, che rappresentano circa la metà del prodotto interno lordo. Con lo yen debole nei confronti del dollaro, ci vorrà del tempo perché il dollaro si alzi contro lo yen Allo stato attuale, lo JPY continua a riflettere la forza contro il biglietto verde, riflettendo la forte domanda di attività giapponesi all’estero “.

“Nel complesso, non c’è dubbio che il mercato ha sofferto di recente e l’economia è chiaramente debole. Un’opzione è quella di vendere tutte le obbligazioni che i giapponesi potrebbero avere, in quanto ciò contribuirà a stabilizzare la loro valuta e ad aiutare le loro esportazioni. Ma un portafoglio bilanciato continuerebbe a essere una chiave per detenere attività giapponesi, in particolare le attività immobiliari che potrebbero essere a rischio di calo di valore a causa della bassa crescita e deflazione. “

“Lo yen si è indebolito di conseguenza, e c’è la reale possibilità che lo yen cadrà ulteriormente”. “Se lo JPY cala in modo significativo, il rischio di un calo dell’USD verrà invertito, con i due poli opposti della stessa moneta. Mentre un calo dello Yen può incoraggiare gli investitori a detenere attività giapponesi, ci vorrà del tempo per lo yen per tornare al suo valore normale. “

“L’unico fattore che sappiamo per certo che incoraggia gli investitori a detenere la valuta americana e negoziarla è una valuta forte. Anche le attività statunitensi hanno un certo fascino, dato che gli Stati Uniti hanno un PIL più grande, un’economia più forte ed è in realtà molto più stabile di l’Eurozona o il Giappone. Di conseguenza, valute forti fanno sempre appello agli investitori, indipendentemente da ciò che sta accadendo nella loro rispettiva economia “.

“È probabile che anche la crisi dei cambi provochi un brusco calo dei valori delle attività giapponesi, con alcune delle attività immobiliari più apprezzate del paese in calo. I giapponesi hanno attività, tra cui riserve di valuta estera e titoli di Stato e la loro valuta vale più del dollaro. Il problema è che queste attività costeranno un sacco di soldi da mantenere, e il loro valore diminuirà a meno che il Giappone non faccia una mossa per impedire loro di deprezzarsi così bruscamente “.

“Nelle prossime settimane, dovremmo vedere il ritorno della volatilità poiché l’effetto dello shock del crollo delle azioni e dei mercati statunitensi e giapponesi è svanito. Vedremo anche un’ulteriore correzione dei prezzi, probabilmente entro la fine dell’anno, poiché questo effetto si attenua “.

Per ora, non sembra esserci altra scelta che tornare alla sicurezza del dollaro USA e dello yen, sebbene l’aumento dello yen potrebbe far calare il dollaro. L’unica cosa certa in questo momento è che alcuni grandi perdenti scenderanno prima dei vincitori … poiché la volatilità nei mercati è un modello ciclico che si ripete di nuovo, non importa quanto duramente cerchiamo di fermarlo.